Home Acmt-Rete C.M.T. Strumpell-LorrainMedcenterNews | ForumContatti LinksRuotHabile | Le Nostre Storie

 

Ti trovi in: Home > Le nostre storie > Gianni da Mantova

 

Gianni da Mantova

 

SONO GIANNI
UN INSEGNANTE … TRABALLANTE!

Quando si nomina la parola insegnante immancabilmente, si pensa al mondo della scuola, che può essere parte del nostro vissuto quando l’età è adulta, oppure può rappresentare una figura condivisa  quando si hanno figli in età scolare mentre quando ci accompagna nelle interminabili mattinate di lezione diventa una figura non sempre gradita.

Anch’io sono un’insegnate,  come ce ne sono tanti altri che hanno dei problemi. In questo momento i problemi che assillano me e i miei colleghi sono legati all’identità che assumerà la nostra tipologia di scuola con l’entrata a regime della riforma scolastica essendo la nostra scuola di tipo professionale. La nostra è una scuola piccola situata a Sermide, nel basso mantovano, dove convergono utenti anche dalle province limitrofe come Ferrara e Rovigo. Molte volte i ragazzi che s’iscrivono alla nostra scuola hanno tempi di concentrazione e motivazione scolastica molto limitate e per questo il nostro lavoro non è dei più facili, ma nonostante ciò cerchiamo di impegnarci al massimo per ottenere dei risultati accettabili. Un’altra situazione che ci preoccupa notevolmente è il raggiungimento del numero minimo di alunni iscritti per poter aver diritto all’assegnazione delle classi e quindi corriamo il rischio di perdere il posto di lavoro e di essere trasferiti in sedi lontane. Ecco spiegato perché dopo quasi trenta anni d’insegnamento sono diventato un insegnante TRABALLANTE.

 

In realtà io sono un insegnante TRABALLANTE anche per un altro motivo di ordine fisico. Ho cinquanta anni e quindici anni fa ho scoperto di avere una neuropatia ereditaria classificata come rara denominata Charcot Marie Tooth che va a ledere in modo graduale la funzionalità dei nervi. Sono cominciati i primi problemi nella camminata, che diventa insicura con il tipico passo marcato e deambulazione instabile. Mi ricordo a questo proposito una forte distorsione alla caviglia destra che mi sono procurato in gita scolastica a Piazza dei miracoli a Pisa. Essendo una malattia poco diffusa pochi medici la conoscono o sono in grado di diagnosticarla ed anche per me è stato difficile trovare qualcuno che mi aiutasse fino a quando ho scoperto in internet una associazione chiamata ACMT-RETE formata dagli stessi portatori della malattia, dove ho trovato tutte le informazioni necessarie. Ho finalmente trovato medici competenti, persone in grado di rispondere ad ogni quesito perché si tengono continuamente aggiornati a livello mondiale utilizzando la rete informatica, e tanti amici che hanno la mia stessa patologia ed ogni anno c’incontriamo in un Congresso nazionale. La malattia si può trasmettere in forma dominante e si può manifestare in forme lievi ed in forme più gravi che portano gradualmente al completo inutilizzo delle gambe e delle mani. Purtroppo, per adesso non esistono cure  perché le case farmaceutiche non si accollano l’onere della ricerca non avendo poi un adeguato ritorno economico. Nonostante ciò l’Associazione non si è data per vinta e grazie soprattutto al suo presidente e a Donatella sono riusciti ad avere dei fondi da Telethon per iniziare una sperimentazione con l’acido ascorbico, avendo già dato risultati positivi su cavie animali. Proprio in questi giorni è iniziata la realizzazione di un DVD finalizzato alla diffusione delle informazioni sulla malattia su scala nazionale. Se qualcuno vuole conoscerci meglio utilizzi pure il sito Internet sopraccitato, oppure mi scriva alla e-mail indicata sotto. A noi piace ironizzare sulla malattia per sdrammatizzare la nostra situazione ed uno dei nostri motti è BARCOLLO MA NON MOLLO!

Vi ricordo che e possibile l’assegnazione del 5 per mille sulla denuncia dei redditi indicando il codice fiscale
n° 91103730353 con la vostra firma nella casella che corrisponde al sostegno del volontariato.

Ne abbiamo tanto bisogno al fine di incentivare la ricerca su questa patologia!

 
BARCOLLO
MA NON MOLLO!

 

 

Nella speranza che questo mio messaggio sia un aiuto per coloro che si trovano nella mia stessa condizione, vi saluto con un arrivederci a presto!

Per scrivermi cliccate:       GIANNI

Inizio pagina | Le nostre storie | Gianni da Mantova

 

Home Acmt-Rete C.M.T. Strumpell-LorrainMedcenterNews | ForumContatti LinksRuotHabile | Le Nostre Storie

Copyright @ 2002 by Acmt-Rete - Sito ottimizzato per Explorer 5/Netscape 6 o superiori - risoluzione video 800x600 o superiore.